che siate pigri o iperattivi troverete qualcosa da fare… o da non fare!

Chiudere gli occhi ed ascoltare il mare, tuffarsi cercando il punto più alto, cercare Tony il polpo (senza metterlo in pentola eh…), scaldarsi al sole, improvvisare una cena romantica sulla scogliera, aspettare una serata di luna piena, dimenticarsi di indossare le scarpe per tutto il giorno, camminare fino a Montemarcello e guardare tutto dall’alto, andare in trasferta alle Cinque Terre senza preoccuparsi di dover parcheggiare l’auto, fare una passeggiata a Lerici e premiarsi con il miglior gelato della zona, arrampicarsi fino alla Serra (meglio se durante la festa delle lumachine!), fare shopping al mercatino di Sarzana o (per i più fashion addicted) a Forte dei Marmi, perdersi nella magnificenza delle cave di marmo di Carrara, prenotare un battesimo dell’acqua o (per i brevettati) farsi condurre nella grotta del Tino e cercare il grongo, noleggiare un gommone e scorazzare lungo la costa, andare a Portovenere a prendere l’aperitivo più romantico che abbiate mai fatto al calar del sole, fare 1000 scalini per meritarsi il bagno agli spiaggioni (o scegliere il battello se siete pigri), andare a vedere se a Pisa la torre si è raddrizzata, Firenze non è poi così lontana e Lucca è un vero gioiellino, rimanere incantati dall’arte di Pietrasanta, cercare i pesci all’acquario di Genova, dimenticarsi di guardare in continuazione il cellulare, farsi raccontare la storia di Tony il polpo ed andare a vedere i segni che ha lasciato sulla minuscola chiesina di Tellaro, andare a mangiare i testaroli ed i panigacci in Lunigiana, iniziare con un percorso di trekking e finire con una lezione di yoga… oppure semplicemente non fare nulla…